Segreteria blogologica

Questa è la segreteria on line di  Giorgioflavio, titolare di questo spazio, assente a  tempo indeterminato. Grazie per avermi cercato. Se avete in animo di lasciare un messaggio, fate pure usando la funzione "commenta": risponderò a tutti, nei limiti del possibile. Saranno deliberatamente ignorati creditori e questuanti a vario titolo.  Chi invece volesse disporsi all'attesa, per ingannare i tempi che … Continua a leggere

Cacas 17 – L’ora dello sciacquone

Ovvero, puntata finale della serie scatologica. Come annunciato, Cacas chiude i battenti, giusto un attimo prima di Natale. No, non si tratta di una forma di rispetto per il Bambinello, che tra le fumanti fatte del bue e dell'asinello ha consumato i suoiprimi giorni e quindi con i prodotti finali del catabolismo hada sempre una certa dimestichezza. È che ormai … Continua a leggere

Avviso alla gentile clientela

Si informa la gentile clientela che la serie delle Cacas, giunta alla sua XVIII puntata (15 cacas numerate e tre aggettivate), terminerà improrogabilmente prima delle festività natalizie, con la pubblicazione di due ulteriori post. Nel ringraziarVi per le cortesi e assidue visite, Vi invitiamo fin d'ora, in caso di bisogno, a rivolgervi altrove: la ricerca della materia qui trattata, disponibile … Continua a leggere

Cacas 15

Era inevitabile che da queste parti facessero capolino anche loro:le purghe. Nessun riferimento alle odiose, esecrabili pratiche politiche che portavano (e portano…) all'eliminazione coattadegli avversari. Qui si dedica qualche riga alle purghe-purghe,quelle che, per me bambino, avevano la consistenza di una gelèecosparsa di zucchero – Rim, mi sembra si chiamasse – che miamadre era solita somministrare a noi figli a … Continua a leggere

Cacas 14

Nelle prigioni Usa lo chiamano "cocktail penitenziario", è una vera "bomba" e i carceratiche riescono a "servirlo" ai secondini si guadagnanoquote ragguardevoli di stima e rispetto tra i lorocompagni. La considerazione e l'ammirazionecrescono notevolmente se le guardie carcerarie oggetto dell'attenzione finiscono all'ospedale.Tutto sarà più chiaro se si precisa che il "jail cocktail"altro non è che il lancio degli escrementi addossoai … Continua a leggere

Cacas oblativa

Fen Church, singolare "buscadora de preguntas", offre un commento non privo di suggestioni alla precedenteCacas problematica. La sua annotazione, già intrigante nell'opposizione tra lo sporco (che rivela) e il pulito (che cela), lo diventa ancora di più quando tira in ballo i bambini. Che proprio in relazione alla cacca conoscono in tenerissima età i primi, terribili traumi. Avviene, di norma, quando dopo le … Continua a leggere

Cacas problematica

A distanza di qualche giorno dalla pubblicazione di Cacas 13, dedicata al bidet, preso atto dell'esiguitàdei commenti pur in presenza di un ragguardevole numero di visite, credo di poter trarre una conclusione:le abluzioni  post-evacuatorie incontrano meno interesse della materia evacuata. Il bidet, insomma,non ispira pensieri. La cacca invece sì. Sarà forse perchè nessuno fa il bidet leggendo il giornale? Questo blog aderisce spontaneamente … Continua a leggere

Cacas 13

Questa puntata della saga scatologica si interesserà brevementedel “confessore della donna”. Come, non sapete cos’è? Ma il “cavallino”, no? Ancora non ci siete? E se dicessi “l’ineffabile violino”? Ancora buiopesto, eh? Vabbè, allora usciamo dalle perifrasi: bidet. Cacas 13 parleràappunto del bidet. Che è nato in Francia, un’origine che gli guadagnòfin da subito lo sprezzo degli inglesi, che non a … Continua a leggere

Cacas 12

Se gli elefanti del Malawi riescono a salvare la pellaccia e a essere protetti dalle legioni di bracconieri a caccia delle loro zanne è anche perché, con licenza parlando, hanno un gran culo. No, non nel senso di fortuna: culo nel senso di culo, scaturigine di quantità di sterco proporzionali alla ragguardevole dimensione dei pachidermi. Tanta, tanta, tanta cacca. Che … Continua a leggere

Cacas 11

Avvertenza: se putacaso foste deboli di stomaco, passate subito a leggere altro, che questo post non fa al caso vostro. In caso contrario, può forse incuriosirvi il mistero (si fa per dire: lo scrivo per darmi un tono….) della pillola del Cremlino. Ovvero, il farmaco prediletto da quello che forse è stato l’ultimo, incontrastatocapo di tutte le Russie ai tempi … Continua a leggere